20 luglio 2017

THE LIBRARY OF FATES by Aditi Khorana | New BOOK to MARK


Rubrica ideata da me, il cui titolo gioca con il nome del blog stesso: "BOOK" e "MARK".
In questo appuntamento settimanale troverete le novità in libreria da non perdere e da aggiungere alla vostra Wishlist!

Buon pomeriggio miei cari book-unicorns!
Tirate fuori le vostre agende, taccuini o cellulari perché c'è un nuovo libro da aggiungere alle vostre wishlist, si tratta di THE LIBRARY OF FATES di Aditi Khorana.

Il romanzo ha un'ambientazione decisamente orientale (l'India in particolare) ed è venato di elementi  e leggende che affondano le radici nel folklore di quelle terre. Per questo motivo è stato accostato a romanzi come La Moglie del Califfo o The Star-Touched Queen entrambi con forti personaggi femminili come protagoniste.

Inoltre, si parla di una mitica Libreria di Tutte Le Cose capace di cambiare il fato di coloro che riescono a trovarla... 
Insomma tutti buoni motivi che mi hanno spinta a volervi segnalare questo romanzo e a farvi leggere il Prologo (che ho tradotto per voi). *-*

Informazioni e trama

Titolo: The Library of Fates
Autore: Aditi Khorana
Editore: Razorbill
Data di pubblicazione: 18 luglio 2017
Lingua: Inglese

AMAZON | GOODREADS

TRAMA: Nessuno sa per certo cosa ha portato l'Imperatore Sikander a Shalingar.
Fino a quel momento, l'idillico regno è rimasto immune alle sue violente conquiste. Per mantenere la visita su un piano amichevole, la principessa Amrita si offre come sua sposa, sacrificando tutto - la sua famiglia, il suo amore giovanile e la sua libertà - per salvare il suo popolo. Ma la sua offerta non è sufficiente.
Il palazzo è ben presto messo sotto assedio e Amrita si ritrova a fuggire, completamente sola se non fosse per l'oracolo chiamato Thala,  tenuta prigioniera da Sikander e  fuggita sfruttando il momento di chaos. 
Con nient'altro e nessun altro cui rivolgersi, Amrita e Thala sono costrette ad affidarsi l'una all'altra. Ma mentre Amrita si sente responsabile per le sorti del suo regno e cerca in ogni modo di mettere in guardia il suo popolo, Thala, ormai libera, non ha invece nessun tipo di legame. Sarà lei ad incoraggiare Amrita a partire alla ricerca della leggendaria Libreria di Tutte Le Cose, dove è possibile per ognuno di loro cambiare il proprio fato. Tornare, cioè, a prima che Sikander le togliesse qualsiasi cosa.
Privata di tutto ciò che ama, intrappolata tra un passato roseo e un futuro sconosciuto, riuscirà Amrita a recuperare ciò che ha perduto, o una nuova vita - e un nuovo amore - la attende?

Ricordo ancora la prima volta che mio padre mi raccontò la Parabola della Terra degli Alberi. Era notte, e fuori dalla mia finestra, una soffice coltre di misteriosa oscurità si era adagiata sul Lago Chanakya. Ma mi sentivo al sicuro sotto la mussola della bianca rete di seta contro le zanzare appesa sopra di me, e la presenza rassicurante di mio padre. Era seduto sul bordo del mio letto e indicava oltre il lago, oltre le montagne, verso un orizzonte velato dalla nebbia.
In realtà stava indicando un tempo che era esistito prima di noi, un mondo che nessuno di noi era veramente sicuro potesse aver prevalso.

“Ti ho mai raccontato la Parabola della Terra degli Alberi?” mi chiese, i suoi occhi scuri fissi su quell’evanescente linea tra terra e cielo, prima che si voltassero di nuovo verso di me, mentre un sorriso malinconico increspava gli angoli della sua bocca.
Scossi la testa. Fuori dalla mia finestra, lanterne illuminavano la poppa delle case galleggianti sul lago, le loro gemelle si riflettevano sull’acqua, suggerendo l’esistenza di un mondo al di sotto del canale, uno specchio di quello che abitiamo ora.
Immaginavo le persone che dormivano su quelle barche, che vivevano in quel mondo che non avevo mai visto.
Pensai a tutti quei posti che non avevo mai visitato, di cui non avevo mai sentito parlare se non nelle storie che le persone mi raccontavano.
E fu allora, nella luce trasparende della lampada, sopra il tranquillo, conteso ronzare degli insetti che si chiamavano l’un l’altro nella notte, che mio padre mi raccontò la storia.

Non comprendevo a quel tempo come le storie avessero il potere di rimanere con noi anche molto tempo dopo che le persone non ci sono più. Quella notte, mi aggrappai semplicemente alle sue parole: solenni e pensate. Ascoltai la sua voce: calma, leggera, misurata, saggia.
Era come l’avrei sempre ricordata, dando per scontato che sarebbe sempre stata lì. Non sapevo allora ciò che so ora: che tutto – mio padre, quel momento, ogni esperienza che ci forma e plasma – è effimero, ed evapora nell’aria prima di avere l’opportunità di afferrarli, prima che potessimo veramente comprenderne il significato.


Che cosa ne pensate?

BUONE LETTURE,




19 luglio 2017

W.W.W. Wednesday | 19.07.2017

Rubrica del mercoledì ideata dal blog Should be Reading.
Rispondendo alle tre domande di rito, conoscerete le mie letture presenti, passate e future.


Miei carissimi lettori,
torno finalmente con un nuovo post dopo una settimana di pausa, causa studio!
Ripartiamo subito con la rubrica W.W.W. Wednesday nella quale vi parlo delle mie letture presenti passate e future .

What are you currently reading? 
(cosa stai leggendo attualmente?)




Ho deciso di riprendere il mano alcune letture che avevo lasciato in sospeso tra cui The Final Empire di Brandon Sanderson. Il romanzo mi sta piacendo moltissimo, ma durante il periodo delle lezioni, la sera non riuscivo a leggerne più di una decina di pagine prima di crollare addormentata. Credo che questo romanzo vada letto tutto d'un fiato per poterlo apprezzare al meglio, così ho deciso di metterlo da parte e riprenderlo con calma durante le vacanze (cioè ora!!) *w*


What did you recently finish reading? 
(cosa hai appena finito di leggere?)


Accadde una notte d'estate di Rosy Milicia.
Finito di leggere in questi giorni  e adorato incredibilmente, la recensione dovrebbe arrivare settimana prossima :D


What do you think you'll read next? 
(cosa hai intenzione di leggere dopo?)


La Migliore delle vite di David De Juan Marcos e Recessive di Irene Grazzini saranno sicuramente tra le mie prossime letture, specialmente il romanzo della Grazzini, visto che sono curiosissima di sapere come prosegue questa bella serie distopica tutta italiana ! *-*

Quali sono le vostre letture presenti, passate e future?

BUONE LETTURE,


7 luglio 2017

RECESSIVE di Irene Grazzini | Focus on: ELEANOR



Miei carissimi lettori,
è stata una settimana piuttosto stressante e la prossima non sarà da meno... quindi direi di rilassarci insieme e di parlare di libriii. *_*
In particolare, oggi vi presento RECESSIVE di Irene Grazzini, secondo volume della serie distopica Dominant.

Ad Aprile avevo letto il primo libro "Dominant" che mi aveva particolarmente colpito per l'ambientazione decisamente suggestiva (siete curiosi di conoscere i luoghi del romanzo, vi lascio link al mio post in cui ve ne parlo) e una storia che rapisce immediatamente
Insomma, si tratta di un libro che gli amanti di Hunger Games o  Divergent non possono farsi sfuggire!

Nel post di oggi vi farò conoscere un po' meglio una delle due protagoniste: ELEANOR.

RECESSIVE di Irene Grazzini

Dominant #2 ⭒ Fanucci Editore ⭒ 
⭒ Distopia ⭒ Pagine: 231⭒  
Disponibile dal 29 giugno 2017



TRAMA: In un mondo sferzato dal ghiaccio e spezzato dall’odio, tra tempeste di neve, enormi città robotizzate e antiche rovine, continua la travolgente avventura delle sorelle Claire ed Eleanor. Dopo una rocambolesca missione all’interno della Cupola, Eleanor si ritrova ora prigioniera nella City, tra le grinfie di Jordan e del Dominante Gabriel Swan, governatore da oltre quindici anni. Il loro scopo è estorcerle importanti informazioni su dove siano nascosti Claire e i Recessivi, ed Eleanor dovrà dimostrare grande forza d’animo e coraggio. Da parte sua, Claire è determinata a liberarla ed è disposta a tutto pur di riuscirci. Anche a partire con l’ambiguo signor Yan per intraprendere un lungo e avventuroso viaggio che li condurrà alla ricerca dei misteriosi Dragoni di Giada, senza i quali non potrebbe mai portare a termine la sua nuova missione. Ma nel Mondo di Fuori si annidano potenti alleati quanto subdoli nemici. E mentre Claire deve decidere di chi fidarsi, e pagarne a caro prezzo le conseguenze, Eleanor lotta duramente per sopravvivere... 
Un’avvincente storia di fiducia, amore e amicizia che terrà il lettore con il fiato sospeso dalla prima all’ultima pagina.

Eleanor è una recessiva. La sua pelle chiarissima, i capelli biondi e gli occhi azzurri non mentono.
Come gli altri recessivi, ha sempre vissuto la sua vita nascosta nei tunnel abbandonati dell’Underground, in una piccola casa senza finestre, cercando riparo dalle temperature glaciali del mondo esterno.
Ha dovuto imparare a cavarsela da sola fin da bambina, lottando per sopravvivere al freddo e alla fame, cercando di aiutare come poteva gli altri recessivi.

Ed è durante una sfortunata spedizione nella City per rubare alcune barre di energia che avrebbero permesso ai Recessivi di vivere al caldo per alcuni mesi, che Eleanor viene ferita. Si crede spacciata. Finché una Dominante non la vede accasciata davanti all’entrata del suo cubicolo e decide di farla entrare…
Quando contro la Dominante che l’ha salvata, Claire,  viene emesso un mandato di cattura per averla aiutata, Eleanor e Claire sono costrette a fuggire, sfidando i pericoli e il gelido freddo esterno.
Sarà durante il viaggio verso l’Underground che tra Claire e Eleanor comincerà ad instaurarsi un legame particolare, nonostante il bel caratterino che caratterizza entrambe.

Eleanor è una ragazza piena di coraggio, possiede un’ironia pungente e una determinazione che, tuttavia, nascondono una fragilità e una sensibilità particolare.
Quando Eleanor scopre il vero legame che c’è tra lei e Claire, la terra sembra mancarle sotto ai piedi: aveva sempre pensato che non fosse rimasta neanche una briciola della sua famiglia dopo la morte della madre.
In Recessive, Eleanor è prigioniera dei Dominanti, torturata da Droidi Inquisitori che sanno infliggere i più acuti dei dolori, con l’obiettivo di estorcerle una confessione. Ma Eleanor è determinata a resistere per non tradire i Recessivi e soprattutto Claire.



Abbiamo una sorpresa per voi...
DUE copie del romanzo cercano casa:
1° Premio: 
Dominant (autografato) + Recessive
2° Premio: 

Recessive
Per provare a vincere vi basta compilare il form che trovate qui di seguito, in bocca al lupo ! :D
Avete tempo di partecipare dal 3 al 12 luglio

REGOLE: 
- Essere Lettori Fissi dei Blog partecipanti
- Mettere "mi piace" alla pagina FB di Fanucci Editore
- commentare tutte le tappe
- condividere l'evento



Continuate a seguirci!!

Che cosa ne pensate di Eleanor ?
Avete letto DOMINANT?

BUONE LETTURE,

5 luglio 2017

LA BATTAGLIA DEI DUE REGNI di Simon Scarrow | Focus on: Napoleone


Miei cari Bookworms,
oggi ospito con grande piacere la terza tappa del Blogtour dedicato a LA BATTAGLIA DEI DUE REGNI di Simon Scarrow, primo capitolo della Revolution Saga.

Adoro i romanzi storici in genere e questo promette grandi avventure ambientate nel periodo tumultuoso che segue la Rivoluzione Francese. Tra i protagonisti c'è un giovane Napoleone (uno dei miei personaggi storici preferiti), al quale è dedicato il post di oggi.
Tranquilli! Non sarà una lezione di Storia, ma cercherò di raccontarvi qualche curiosità sugli anni della giovinezza di questo grande personaggio storico.


LA BATTAGLIA DEI DUE REGNI di Simon Scarrow 

⭒ Revolution Saga #1 ⭒ Romanzo Storico ⭒ Newton Comtpon Editori ⭒ Pagine: 440 ⭒  Disponibile dal 29 giugno 2017


TRAMA: 1789. I tumulti della Rivoluzione francese scuotono l’intera Europa: la guerra incalza su più fronti ed è chiaro che si sta aprendo una nuova fase destinata a cambiare la Storia. In terra di Francia, il giovane Napoleone Bonaparte si unisce alle truppe rivoluzionarie dimostrando da subito le sue straordinarie qualità. Vive in un mondo nel quale la carriera militare è la scelta più naturale per le ambizioni di un uomo. Intanto in Inghilterra, Arthur Wellesley, il futuro duca di Wellington, cresce coltivando aspirazioni artistiche: sarà un improvviso cambiamento a spingerlo verso un glorioso destino nell’esercito e sui campi di battaglia. Mentre Wellington è impegnato in Irlanda e nelle Fiandre, Napoleone partecipa alla guerra della neonata Repubblica francese contro Prussia, Inghilterra e Austria, affiancate da mezza Europa. Wellesley e Napoleone non sanno che le loro strade stanno per incrociarsi segnando segnando le sorti delle rispettive nazioni. Emergono i ritratti di due uomini che si gettano a capofitto in tutti gli aspetti della vita con ardore, allo stesso modo in cui affrontano le battaglie. 

FOCUS ON: NAPOLEONE


«Voi dovete essere, fatemi pensare… sì, ci sono, Napoleone».
«Naboleone, signore».
«Sì, be’, dal momento che vostro padre ha messo bene in chiaro che la vostra prima priorità era parlare il francese come veri francesi, tanto vale cominciare subito, con la versione francese dei vostri nomi. Giuseppe sarà Joseph e voi, giovanotto, mi avete messo in difficoltà». Gli rivolse un sorriso gentile. «La migliore approssimazione di cui sono capace è Napoléon».
«Napoléon?», ripeté il ragazzo. Non era certo che gli piacesse la versione francese del suo nome ma quell’insegnante aveva avuto difficoltà con il nome corso e, inevitabilmente, sarebbe stato così per tutti gli altri a scuola. Si sentiva già abbastanza un forestiero. Guardò l’abate e si strinse nelle spalle. «Come desiderate, signore. Sarò Napoléon».

Napoleone Bonaparte nasce ad Ajaccio 15 agosto 1769.
La famiglia Bonaparte apparteneva alla piccola borghesia còrsa e aveva lontane origini nobili toscane. Suo padre, Carlo Maria Bonaparte, era un avvocato laureatosi all'Università di Pisa, che aveva effettuato ricerche araldiche per ottenere una patente di nobiltà che gli conferisse prestigio in Patria e gli permettesse di provvedere meglio all'istruzione dei figli. 
La madre di Napoleone, Maria Letizia Ramolino, era discendente da una famiglia nobile di origine toscana e lombarda.

Nonostante l'educazione principalmente francese ricevuta fin da bambino, Napoleone mantenne sempre un legame forte con la lingua e la cultura toscana/italiana: tra i suoi libri preferiti, di quelli che portava sempre con sé, c'era la versione cesarottiana dei Canti di Ossian, saga poetica del guerriero celtico Ossian.

Il 22 settembre 1784 gli fu concessa l'ammissione alla Regia Scuola Militare di Parigi, dove si distinse rapidamente, ottenendo la nomina a sottotenente a soli 16 anni. Il 1º settembre 1785, presso un reggimento d'artiglieria di stanza a La Fère, venne nominato sottoluogotenente.
In quei tempi si innamorò prima di Caroline, figlia di Anna du Colombier e in seguito di Louise-Marie-Adelaide de Saint-Germain, ma in entrambi i casi venne rifiutato. La sua prima relazione fu quindi con una prostituta.

Allo scoppio della rivoluzione nel 1789, Napoleone, ventenne e ormai ufficiale si unì al movimento rivoluzionario della Corsica assumendo il grado di tenente colonnello della Guardia Nazionale. Divenne famoso come principale generale della Francia rivoluzionaria grazie alle vittorie ottenute nel corso della prima campagna d'Italia.
Dopo il colpo di Stato del 18 brumaio (9 novembre 1799) assunse il potere in Francia: fu Primo Console dal novembre di quell'anno al 18 maggio 1804, e Imperatore dei francesi, con il nome di Napoleone I (Napoléon Ier) dal 2 dicembre 1804 al 14 aprile 1814 e nuovamente dal 20 marzo al 22 giugno 1815.
Muore a Sant'Elena il 5 maggio 1821.
La sua vita, con i suoi alti e bassi, è celebrata nella famosissima poesia intitolata appunto Il Cinque Maggio di Alessandro Manzoni.

Napoleone Bonaparte fu un grande uomo di guerra e viene ricordato come il più grande stratega della storia, mentre da altri studiosi è stato definito "l'incomparabile maestro dell'arte della guerra".

--> A scuola ci è sempre stato detto che Napoleone era basso di statura. E' vero. Tuttavia, egli non era poi così basso come pensiamo: con il suo 1,68 cm, era addirittura 3 centimetri più alto della media dei francesi del suo tempo. Le maldicenze sulla sua altezza sarebbero state infatti diffuse dagli inglesi per sminuirne la fama sui campi di battaglia.

--> Aveva una grande passione per la Scrittura: numerose sono le sue frasi celebri e le citazioni entrate nella storia. Napoleone Bonaparte scrisse nel 1795 un’opera in prosa intitolata Clisson et Eugenie, che fu data alle stampe però solo nel 1920.


Abbiamo una sorpresa per voi...
Una copia del romanzo cerca casa!!
Per provare a vincerla vi basta compilare il form che trovate qui di seguito, in bocca al lupo ! :D

Avete tempo di partecipare dal 3 all'8 luglio

REGOLE: 
- Essere Lettori Fissi
- Mettere "mi piace" alla pagina FB di Newton Compton Editori
- commentare tutte le tappe
- condividere l'evento




Continuate a seguirci!!



Che cosa ne pensate ?

BUONE LETTURE,






Per maggiori e più dettagliate informazioni relative alla vita di Napoleone e le curiosità vi invito a visitare la pagina ad esso dedicata su Wikipedia, Nanopress e Focus.

4 luglio 2017

ERA UNA MOGLIE PERFETTA di A.J. Banner | Focus on: LA MEMORIA


Miei cari lettori,
questa settimana è pienissima di eventi qui sul blog e spero che vi tengano compagnia in queste giornate estive!

Il romanzo protagonista del post di oggi è il thriller ERA UNA MOGLIE PERFETTA di A.J. Banner, un romanzo nel quale la perdita di memoria di Kyra Winthorp si trasformerà in un incubo combattuto tra ricordi e visioni, in un mix che promette di intrattenere il lettore come pochi.


ERA UNA MOGLIE PERFETTA di A.J. Banner

⭒ Thriller ⭒ Newton Comtpon Editori ⭒ Pagine: 285 ⭒  
Disponibile dal 29 giugno 2017




TRAMA: Kyra Winthrop ha solo trentaquattro anni e fa la biologa marina. È tutto quello che sa di se stessa, perché a causa di un incidente subacqueo ha subìto una rara e devastante perdita di memoria. Da quel terribile giorno, Kyra vive senza un passato, eccetto quei brevi lampi che squarciano per pochi secondi il buio totale dei ricordi. Il suo mondo si è ridotto a poche amicizie sull'isola dove vive con il marito Jacob, un uomo che le è rimasto sempre fedele. A un certo punto la sua vita cambia ancora: comincia ad avere delle visioni - o sono ricordi? - a proposito di un matrimonio difficile, di promesse non mantenute e di ambigue relazioni con gli abitanti dell'isola. Kyra cerca di sforzarsi, di ricordare ogni giorno di più, di scoprire il suo reale passato, ma la verità che emergerà piano piano da oscuri meandri della sua mente diventerà un incubo terrificante...

Focus on: LA MEMORIA


La memoria è la capacità del cervello di conservare informazioni, ovvero quella funzione psichica o mentale capace di assimilare, trattenere e richiamare, sotto forma di ricordo, le informazioni apprese durante l'esperienza o per via sensoriale.

Il più diffuso criterio di classificazione della memoria è quello che identifica tre tipi distinti di memoria: la memoria sensoriale, la memoria a breve termine, e la memoria a lungo termine.

La memoria a breve termine (o Short-Term Memory) contiene informazioni che vengono tenute in mente per uno scopo (Working Memory); oppure informazioni legate ad uno stimolo visivo (memoria iconica) che continua a persistere per qualche istante anche dopo la fine dello stimolo; oppure legata ad uno stimolo uditivo e detta perciò memoria ecoica.

La memoria a lungo termine (MLT), o Long-Term Memory si distingue in memoria semantica,  legata alla comprensione del linguaggio; memoria episodica,  relativa agli eventi e  memoria procedurale, relativa alle azioni e procedure per eseguire comportamenti complessi.

Si parla invece di memoria sensoriale quando si è in grado di memorizzare informazioni sensoriali (uditive, visive, tattili, olfattive, gustative) per la durata di pochi secondi o millisecondi.

Quando, in seguito ad un trauma per esempio, avviene una perdita transitoria o definitiva di tutto o parte del contenuto della memoria - come nel caso della nostra protagonista - si parla di AMNESIA. 

L'amnesia può essere anterograda (quando non è più possibile apprendere e ricordare eventi dopo l'evento lesivo) o retrograda (quando vengono cancellate memorie relative ad anni precedenti rispetto alla data della lesione).


Abbiamo una sorpresa per voi...
Una copia del romanzo cerca casa!!
Per partecipare avete tempo dal 3 all'8 luglio

REGOLE
- Essere Lettori Fissi
- Mettere "mi piace" alla pagina FB di Newton Compton Editori
- commentare tutte le tappe
- condividere l'evento




Continuate a seguirci!!



Che cosa ne pensate ?

BUONE LETTURE,

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...