31 maggio 2017

Anteprima: L'ULTIMA NOTTE AL MONDO di Bianca Marconero (+ novella)



Miei carissimi lettori,
oggi è un giorno speciale perché abbiamo finalmente una cover e una data d'uscita per L'ULTIMA NOTTE AL MONDO l'ultimo, attesissimo romanzo di Bianca Marconero.
Se mi seguite da un po', saprete ormai quanto io letteralmente adori ogni storia e pagina scaturita dalla fine penna di Bianca Marconero... pertanto, segnatevi il 29 giugno 2017 perché avremo un nuovo suo libro da leggere e amare ! :D

L'edizione cartacea di L'ULTIMA NOTTE AL MONDO conterrà anche la novella prequel ED ERO CONTENTISSIMO.  Mentre in eBook, romanzo e novella saranno disponibili separatamente.

Informazioni e trama 


 L'ULTIMA NOTTE AL MONDO di Bianca Marconero

Romanzo ⭒ Newton Comtpon Editori ⭒ 
⭒ Collana – Gli Insuperabili ⭒ Pagine: 440 ⭒  
Disponibile dal 29 giugno 2017

SINOSSI: Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un’adolescenza tutt’altro che semplice e davanti a sé un futuro dove potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l’occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che così potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano…


 ED ERO CONTENTISSIMO di Bianca Marconero

Novella ⭒ Newton Comtpon Editori ⭒ 
⭒ Collana – Gli Insuperabili ⭒ Pagine: 110 ⭒  
Disponibile dal 29 giugno 2017
SINOSSI: “Tu chiedevi sempre se c'era una speciale, una che mi tenesse sveglio, qualcuna a cui pensassi e io rispondevo che non c'era.  Era una bugia, papà.

Io una ragazza speciale ce l'ho da cinque dei miei diciotto anni.

Lei, papà, è il motivo per cui crederò sempre ai colpi di fulmine, mi fiderò sempre delle canzoni, saprò che si può tutto per amore. E non dico per conquistarlo, ma per permettere a chi amiamo di stare bene. Si può tutto senza avere nulla in cambio, insomma, senza una possibilità al mondo di essere felici.

Ah, perché la mia ragazza mica lo sa che sono innamorato di lei.
Cinque anni prima de “L’ultima notte al mondo”, tra i banchi di scuola, Marco si innamora di Marianna. E attraverso Negazione, Rabbia, Patteggiamento, Accettazione e Depressione Marco affronta le cinque fasi dell’Elaborazione dell’Amore.
Bianca Marconero  vive a Reggio Emilia. Dopo aver lavorato come copywriter per l'editoria periodica si è dedicata alla scrittura creativa. Esordisce con la saga di Albion, di cui sono stati pubblicati Albion, Ombre, e le novelle  Diario di un'Assassina e il Principe Spezzato. Spera di poter presto tornare a occuparsi della parte conclusiva della saga, e nel frattempo scrive, con grande piacere, storie romantiche. 
Per Newton Compton ha pubblicato La prima cosa bella.

Non vedo l'ora di conoscere Marco e Marianna e di conoscere la loro storia... prevedo scintille!!! 😏

Voi che ne pensate?

BUONE LETTURE,


Spotlight on... NON UN ROMANZO EROTICO di Silvia Pillin


 Spotlight on...  la mia rubrica dedicata agli autori italiani emergenti o autopubblicati

In questo appuntamento con la rubrica Spotlight on... vorrei parlarvi di un romanzo che già dal titolo si preannuncia divertente e romantico come pochi: NON UN ROMANZO EROTICO di Silvia Pillin.

Dopo essere stato precedentemente pubblicato presso un piccolo editore, NON UN ROMANZO EROTICO torna in una nuova edizione (questa volta autopubblicata!) ampliata e ancora più romantica e divertente. 
Per promuovere questa nuova versione, il romanzo sarà in promozione dal 30 maggio - giorno dell'uscita - fino al 3 giugno. Correte a leggerlo  !!! 

Informazioni e trama

NON UN ROMANZO EROTICO di Silvia Pillin

Romanzo ⭒ autopubblicato ⭒ 
⭒ genere: chick-lit ⭒ Pagine: 160 ⭒  
Disponibile dal 30 maggio 2017
⭒ Scaricabile gratuitamente dal 30 maggio al 3 giugno 

SINOSSI: Ester e Adele sono sorelle come il diavolo e l'acqua santa.
Ester è chiusa in se stessa e nel suo monolocale a tradurre romanzi erotici con grande sforzo: non si capacita di come i protagonisti di quei romanzi riescano a incastrarsi come contorsionisti in assenza di gravità. Adele è aperta alla vita e all'amore in modo incondizionato e privo di barriere. Crede che amare se stessi in modo gioioso ed equilibrato serva per farsi amare allo stesso modo.
Riuscirà Ester a lasciarsi curare dai baci-cerotto di Alessio, il caporedattore di cui è innamorata?
E Adele, come reagirà di fronte alle conseguenze del suo amore gioioso?


COSA DICONO I LETTORI


"Un libro delizioso e divertente, che si legge tutto d'un fiato grazie anche allo stile fluido e ironico
dell'autrice e che ride e ci fa ridere di ogni cliché." Mirya

"Una lettura davvero piacevole e scorrevole, si legge tutto d'un fiato e ridi che è un piacere." heijey

"Romanzo gradevolissimo, avvincente, divertente." Katja

"Una storia da leggere tutta d'un fiato!" Arianna Ciancaleoni

La sua bocca divora la mia e mentre sento la sua erezione crescere contro di me, le sue mani si
insinuano tra le mie cosce, a sfiorare il mio ses”.
È a questo punto che sento squillare il telefono. Il mio cellulare emette suoni una media di due volte a settimana. E una delle due è per segnalare la batteria scarica. Il 90% delle volte non so nemmeno dove sia il Nokia modello antidiluviano, avuto in dono da mia nonna quando ha deciso di comprarsi un affare col touch screen. La mia scarsa vita sociale passa attraverso il computer: mail, social network. Persino mia madre ha capito che è meglio chiamarmi con Skype.
Trovo il telefono sotto un cuscino del divano-letto, sul display compare la scritta “mia sorella Adele”. Premessa, io voglio un mucchio di bene a mia sorella, ma il bene che le voglio è direttamente proporzionale al numero di chilometri che ci separano. Siamo un po’ come il diavolo e l’acqua santa. Nella fattispecie io sarei il diavolo: non prego, non mi confesso, non vado più a messa da quando ho fatto la cresima, non faccio volontariato (a meno che tradurre per il compenso a forfait che ho accettato, e che mi vergogno persino di dire, non rientri nel volontariato, in quel caso, sì, di recente sono così disperata che ho iniziato a fare volontariato), ho vissuto nel peccato per anni (fino a due mesi fa, quando Iacopo mi ha lasciata). Lei invece lavora con i disabili, frequenta la parrocchia, intreccia braccialetti da rivendere ai mercatini per raccogliere fondi per le missioni in Kenya, crede alla castità prematrimoniale con la stessa cieca convinzione con cui io credevo a Babbo Natale quando avevo quattro anni.
Quando rispondo arriva subito al sodo: - Non è che potresti ospitarmi per qualche giorno? Mamma da quando è tornata da Medjugorje sembra una pazza invasata, non ce la faccio più. Oltre la sua voce si sentono i suoni di notifica dell’arrivo di chissà quali e quanti messaggi o chiamate. Adele ha il carisma e la vita sociale di una diva di Hollywood: tutti la cercano, tutti la adorano, tutti la vogliono.
- Sì, l’ho sentita su Skype qualche giorno fa. Si è messa a piangere, diceva che ha tanto pregato per me.
Rispondo concentrandomi sulla seconda parte della frase, sperando che dimentichi il motivo per cui ha chiamato.
- Okay, allora tra poco sono da te - taglia corto.
- Ehi, il sì era per “mamma sembra una pazza” non per “potresti ospitarmi” - dico, dopo che lei ha già riattaccato.
Quando Iacopo mi ha lasciata avevo tre possibilità: tornare a vivere dai miei, cercare un appartamento in condivisione con altra gente oppure trovare l’appartamento più economico possibile. Quando vivi fuori casa da dieci anni, tornare da mamma e papà è fuori discussione, soprattutto se sono degli integralisti cattolici. Piuttosto un ponte, ti dici, ma anche il pensiero di dividere il bagno con dei perfetti sconosciuti non è per nulla allettante. È così che sono finita in questo monolocale minuscolo e scalcagnato in cui non ho mai avuto il coraggio di invitare nessuno. Non che sia brutto, è solo diversamente grande e diversamente comodo, cioè non c’è posto per metterci niente, è già tanto se ci stiamo io e il mio computer. I miei libri, purtroppo, sono dovuti andare a vivere dai miei.
Ributto il telefono sul divano e già che sono in piedi ne approfitto per bere un bicchiere d’acqua.
Sto per tornare alla mia traduzione quando suona il campanello. Abito qui solo da due mesi, e il campanello non è mai suonato. Non so nemmeno distinguere il suono del campanello della porta di casa da quello del portone. Guardo dallo spioncino e non vedo nessuno sul pianerottolo, per cui deduco che stiano suonando sotto, e se stanno suonando sotto è sicuramente qualcuno che ha sbagliato campanello. No, evidentemente è proprio me che vogliono, perché il trillo riprende più lungo e insistente. Mi arrendo a rispondere: - Chi è?
- Sono io, Adele. Apri.
Ma che è, il teletrasporto? Possibile sia già arrivata?
Mi metto a spostare scarpe e sacchetti nella vana speranza di rendere la stanza più ordinata. Mi passo una mano tra i capelli e realizzo di essere io quella impresentabile.
- Santo cielo, come sei ridotta? - mi saluta Adele. Ha accanto una valigia grande come quella in cui io sono riuscita a far stare tutti i miei vestiti, sia estivi che invernali. Le arriva alla vita, anche se c’è da dire che è alta solo un metro e cinquantacinque. Ci abbracciamo piuttosto goffamente, poi indietreggio per farla entrare, e quando si richiude la porta alle spalle lo spazio calpestabile è esaurito. Facciamo una sorta di balletto per riuscire a destreggiarci.
- Santo cielo, ma che piccolo. E io dove dormo?
- Eh, appunto.
Butta la giacca sul divano-letto e si guarda in giro mentre io resto immobile. Si avvicina al computer e inizia a fissare lo schermo. Poi legge ad alta voce: - Le sue mani si insinuano tra le mie
cosce, a sfiorare il mio ses? Che roba è?
- Sto traducendo un romanzo dall’inglese.
- E da quando sai abbastanza inglese da tradurre?
- Da quando non mi passano abbastanza revisioni e correzioni di bozze per pagarci l’affitto. E poi non è mica Joyce. Se invento quando non capisco, posso solo migliorare l’originale.
- In effetti. Senti, io stasera esco, non so a che ora torno, ma se mi lasci le chiavi cerco di non svegliarti.
- Sì, certo, molto probabile, dato che io dormirò al primo piano ala nord e tu avrai a disposizione il
secondo piano dell’ala sud.
- Se vuoi, puoi venire anche tu. Certo che... in quello stato! Da quanti giorni è che non esci di casa?
Mia sorella ha ragione, sono tre giorni che non tolgo il pigiama. Ho i capelli così unti che sembrano bagnati, in frigo ci sono solo una carota raggrinzita, uno yogurt scaduto la settimana scorsa, e una confezione di tortellini già aperta. Negli ultimi giorni sono sopravvissuta a riso o pasta al burro (che
poi è finito), sofficini buttati nel microonde, fette di pane bianco in cassetta confezionato.
- Non posso, devo consegnare quella traduzione tra tre giorni e devo ancora finire la prima stesura!
Torno a sedermi davanti al computer e aggiungo: - Anzi, se puoi andare a farti un giro, perché io adesso devo lavorare.
- Okay, torno per le sei, usciamo alle sette - dice passando le dita fra i lunghi capelli lisciati con la piastra e colorati con lo shatush, una roba tipo meches con cui ha ammorbato chiunque per mesi.
- Aspetta, ma con chi usciamo?
- Amici miei.
- Che tipo di amici? Mica che quello meno invasato ha fatto il cammino di Santiago tre volte, spero.
- No, amici normali.
- E dove andiamo? Non sarà un incontro di preghiera o un’adorazione eucaristica o che ne so?
- Guarda che se non vuoi venire puoi restare a casa, mica ti costringo.
Da quando Iacopo mi ha mollata non sono più uscita con nessuno, e non dico per rimorchiare, ma nemmeno per una pizza o un cinema con un’amica. È che sono stata così sopraffatta, nell’ordine, dalla disperazione, dalla tristezza, poi ancora dalla disperazione e infine dal trasloco, dal lavoro e poi ancora dalla disperazione, ma questa volta per la traduzione del romanzo porno-soft, erotico ma senza essere volgare, insomma, dalla traduzione di quel libro insulso da consegnare in tempi da record, perché il piano editoriale, il direttore editoriale, la filiera editoriale, la crisi editoriale.
- No, okay, vengo. Basta che mi assicuri che si vada in un posto normale, con gente normale, a mangiare normale. Ho davvero bisogno di normalità.
- Sì, tutto normale. Fatti una doccia prima che torni. Altrimenti la meno normale sarai tu. - Poi scuote il capo e aggiunge: - Santo cielo come sei ridotta. Aveva ragione la mamma a essere preoccupata.
Mi sposto per lasciarla passare, ma invece di dirigersi verso l’ingresso, per andarsene, va all’angolo cottura, apre l’anta sotto al lavandino, prende il sacchetto delle immondizie e lo chiude.
- Non so se sia tu o questa roba a puzzare così. - E se ne va, portando con sé la spazzatura.
- Grazie - ribatto gentile. Leggi sarcastica.

Che cosa ne pensate? 

 BUONE LETTURE,

26 maggio 2017

THE ESSEX SERPENT di Sarah Perry | New BOOK to MARK


Rubrica ideata da me, il cui titolo gioca con il nome del blog stesso: "BOOK" e "MARK".
In questo appuntamento settimanale troverete le novità in libreria da non perdere e da aggiungere alla vostra Wishlist!

Miei cari lettori,
oggi pomeriggio torno con un nuovo appuntamento della rubrica New BOOK to Mark nella quale vorrei segnalarvi un libro uscito in inglese l'anno scorso, ma in arrivo in Italia per Neri Pozza a giugno 2017!!!

Si tratta di THE ESSEX SERPENT di Sarah Perry, romanzo ambientato nella Londra Vittoriana (sono letteralmente in fissa con questo periodo storico... probabilmente complice la serie tv Victoria!! *-*), e nel quale l'autrice ci racconta la storia d'amore inusuale di due persone straordinarie nel proprio genere e nella propria epoca: Cora Seaborne, una vedova londinese, e Will Ransome, vicario del piccolo villaggio di Aldwinter, Essex. L'avvistamento del mitico Serpente dell'Essex, metterà in moto una serie di eventi che sconvolgerà la vita del paesino e dei due protagonisti.

Informazioni e trama

Titolo: THE ESSEX SERPENT
Autore: Sarah Perry
Editore: Profile Books (Serpent's Tail)
Data di pubblicazione: luglio 2016
Pubblicazione in Italia prevista per giugno 2017 (Neri Pozza)
Lingua: inglese

 
TRAMA: Ambientato nella Londra  Vittoriana e in un paesino dell'Essex nel 1890, e arricchito dai dibattiti sulle recenti scoperte scientifiche e mediche che caratterizzeranno l'Epoca, Il Serpente dell'Essex ha al centro la storia di due persone straordinarie che si innamoreranno l'una dell'altro, in modo del tutto inaspettato.
I due protagonisti sono Cora Seaborne e Will Ransome. Cora è una benestante vedova di Londra che si trasferisce ad Aldwinter, parrocchia dell'Essex,  e Will è il vicario locale. I due si incontrano proprio nel momento in cui il piccolo villaggio è investito da voci sul ritorno del mitico Serpente dell'Essex, che una volta si diceva vagabondasse alla ricerca di vite umane.
Cora, un'appassionata di scienze naturali, ne è affascinata, ed è convita che la creatura possa essere una nuova specie non ancora scoperta. Ma Will vede l'agitazione dei suoi parrocchiani come un panico morale, una deviazione dalla vera fede. Nonostante i due non riescano ad essere d'accordo su nulla, mentre le stagioni si susseguono intorno a loro in quel piccolo angolo d'Inghilterra, si ritrovano ad essere inesorabilmente attratti l'uno dall'altro e allo stesso tempo combattuti.
Narrato con grande eleganza e intelligenza, questo romanzo è una celebrazione dell'amore, e delle varie forme che esso può assumere.
Sarah Perry è nata nell'Essex. Ha ottenuto il Dottorato in Scrittura Creativa e il Gotico alla Royal Holloway nel 2012.
Vincitrice del premio Shiva Naipaul & una borsa di studio per il dottorato alla Royal Holloway, è stata Writer-in-Residence alla Biblioteca Gladstone nel gennaio del 2013.
Ha scritto per numerosi giornali tra cui il Guardian, l'Indipendent e lo Spectator. Il suo lavoro è stato trasmesso su  BBC Radio 4 e RTE 1
Il suo romanzo d'esordio è After me comes Flood vincitore del premio "East Anglian Book of the Year" nel 2014 e è stata selezionata per the Guardian First Book Award 2014 and the Folio Prize 2015.
Il suo secondo romanzo, The Essex Serpent, è stato pubblicato nel 2016.


A parte la splendida cover, appena ho letto la trama de Il serpente dell'Essex ho subito ripensato a Dentro soffia il vento di Francesca Diotallevi (che ho adorato alla follia!), il che non fa che essere un ulteriore incentivo alla mia voglia di leggere questo libro!

Voi che ne pensate?

BUONE LETTURE,



24 maggio 2017

W.W.W. Wednesday | 24.05.2017


Rubrica del mercoledì ideata dal blog Should be Reading.
Rispondendo alle tre domande di rito, conoscerete le mie letture presenti, passate e future.

Buon pomeriggio bookworms!
come avrete notato sono stata un po' assente in queste ultime settimane e le mie letture vanno a rilento, ma il nuovo Corso che sto seguendo è davvero impegnativo e risucchia ogni secondo di tempo libero e ogni mia forza... ma mi piace un sacco quello che sto facendo, quindi ne vale la pena! Spero che possiate avere un po' di pazienza :)

Oggi, tuttavia, non volevo assolutamente mancare l'appuntamento con la mia rubrica preferita: il W.W.W. Wednesday ne quale vi parlo delle mie letture presenti, passate e future! Cominciamo subito:

What are you currently reading? 
(cosa stai leggendo attualmente?)



Accadde una notte d'estate di Rosy Milicia 
Sto ancora leggendo, o meglio gustando, questo incantevole romanzo! Presto, prestissimo ve ne parlerò *-*

Lord of Shadows di Cassandra Clare
E' arrivato ieri e nonostante la stanchezza e il sonno, sono riuscita a leggere il primo capitolo! 
Quanto mi sono mancati i "miei" shadowhunters.
A proposito, se qualcuno di voi lo sta leggendo e volesse commentare insieme a me, scrivetemi!! ❤

--> Sto ancora leggendo Strange the dreamer di Laini Taylor, come settimana scorsa... sono una lumaca, lo so ... 🐌

What did you recently finish reading? 
(cosa hai appena finito di leggere?)


Their Finest di Lissa Evans
Finito da pochissimo e ora non mi resta che vedere anche il film che ne è stato tratto, così da potervi parlare di entrambi!


What do you think you'll read next? 
(cosa hai intenzione di leggere dopo?)


Stranamente, ho le idee piuttosto chiare su ciò che leggerò nei prossimi giorni: in occasione della pubblicazione cartacea dell'intera serie, vorrei leggere I Guardiani e La Matrice, rispettivamente secondo e terzo capitolo della serie AVVENTO di Debora Spatola. (vi lascio la mia recensione a La Promessa, Avvento #1)

E con questo è tutto!
Quali sono le vostre letture presenti, passate e future?

BUONE LETTURE,

19 maggio 2017

Panorami d'Inchiostro | Le 4 LONDONs - A Darker Shade of Magic di V.E. Schwab



Buon pomeriggio miei cari bookworms,
oggi vi propongo un post che s'inserisce nell'ambito di Panorami d'Inchiostro, il bell'evento organizzato in occasione del Maggio dei Libri. In ogni tappa, ciascun blog parlerà del proprio paesaggio letterario preferito. (Per altre informazioni, vi rimando al post di presentazione)


Lettori! E' arrivato il momento di fare appello alla magia che scorre nel vostro sangue e indossare il vostro mantello magico, perché stiamo per partire verso un magnifico viaggio attraverso le 4 Londons protagoniste della serie Shades of Magic di V.E. Schwab, in arrivo in Italia (finalmente!!!) questo autunno!

A Darker Shade of Magic è uno dei miei romanzi preferiti in assoluto e se ancora non lo conoscete, questo è il momento giusto per scoprirne insieme le affascinanti ambientazioni ! Vi lascio il link alla mia recensione, completamente priva di spoiler!!

Only those few who could move among the Londons needed a way to keep them straight. And so Kell – inspired by the lost city known to all as Black London – had given each remaining capital a color.
Grey for the magic-less city.
Red, for the healthy empire.
White, for the starving world.

Esistono, o meglio esistevano, quattro Londons, alle quali il protagonista Kell ha associato un colore: la Londra Grigia, Rossa, Bianca e Nera. Ognuna di queste città ha un odore particolare e inconfondibile.


La Londra Grigia - la nostra Londra, in pratica - è ormai priva di magia. Il grigio è il colore del fumo che esce dai camini sopra i tetti della città e della pietra umida dei suoi edifici.
Si tratta di un mondo ordinario, quindi, dove il ricordo della magia è stato ormai inghiottito dai secoli. 
La Grigia è una città ricca di taverne, flotte di navi attraccate al porto e ladri... 
Il pazzo e vecchio Sovrano che regna sulla Londra grigia, vive isolato nel suo castello, lontano da tutto e tutti, mentre il principe reggente si crogiola tra le ricchezze e gli agi del Palazzo.
La Londra Grigia ha l'odore del fumo che fuoriesce dai camini delle sue abitazioni.


La Londra Rossa - la mia preferita! - è una città forte e fiorente, ricca di bellezza, di musica! Se si tende bene l'orecchio è possibile percepire anche il perpetuo e rassicurante mormorio della magia che la pervade..
La sua magia risiede nel fiume rosso che la attraversa e la cui luminescenza dona alla città un affascinante colore rossastro, ben visibile soprattutto di notte.
Al di sopra del fiume si erge l'imponente palazzo reale dove vive la famiglia reale di Maresh, insieme al loro Antari, Kell.

La Londra Rossa ha un inconfondibile profumo di fiori appena raccolti: secondo qualcuno si tratta di tulipani, crisantemi, peonie...ma principalmente è odore di rose.


Poi, come nella filastrocca iniziale, c'è la Londra Bianca, in cui le persone combattono tra di loro per poter conquistare la magia rimasta, compiendo ogni tipo di crimine pur di assumere il potere. L'odore che la contraddistingue è quello del sangue versato da assassini e malfattori che farebbero di tutto pur di accaparrarsi un po' della magia rimasta. 
Nella Londra bianca, i paesaggi sono dominati dalla desolazione, dal metallo bruciato e ceneri. E' una città morente, abitata da persone disperate e senza futuro.
La bianca è governata da due malefici gemelli che siedono su troni di marmo e la cui pelle è pervasa da tante e sottili vene nere: la magia, nel corpo di umani corrotti, trasforma infatti il sangue rosso in nero.


Infine la Londra Nera, distrutta molto tempo fa da una magia oscura e malvagia che avvelenò i cuori delle persone, costringendo le altre Londons a sigillare le porte fra i mondi, impedendo alla magia nera di diffondersi. 
Una volta era il regno magico più potente, ora non è più nulla, se non il monito di ciò che può accadere a coloro che non sanno porre un freno alla fame di potere.
Spero che questo - piccolo - viaggio vi sia piaciuto!

Vi lascio il link ai blog che oggi ospitano una tappa  di Panorami d'Inchiostro!


BUONE LETTURE,





Le immagini presenti nel post sono state trovate su Pinterest e appartengono ai rispettivi autori.

15 maggio 2017

THE MIDNIGHT SEA di Kat Ross | Release Party



Miei cari lettori,
questo lunedì è ricchissimo di novità, ma la più scintillante in assoluto è la pubblicazione dell'edizione italiana - grazie a Dunwich Edizioni - di THE MIDNIGHT SEA (Il quarto elemento #1) di Kat Ross, autrice di grande talento che ci trasporta in un mondo abitato da demoni, Water Dog e Druj...

Festeggiamo insieme l'uscita di The Midnight Sea con un Release Party pieno di informazioni sul romanzo e due bellissimi segnalibri a tema da scaricare, in fondo al post !!! *-*

Informazioni e trama

Titolo: The Midnight Sea (Il Quarto Elemento – Libro Primo)
Autrice: Kat Ross
Genere: Fantasy
Editore: Dunwich Edizioni
Disponibile dal 15 maggio 2017
300 pagine
prezzo: 3,99 ebook (gratis per Kindle Unlimited) 14,90 cartaceo
Lingua: Italiano
AMAZON | GOODREADS

SINOSSI:

Sono la luce contro l’oscurità.
L’acciaio contro la negromanzia dei Druj.
E usano demoni per cacciare altri demoni…


Nazafareen vive per la vendetta. È una ragazza dell’isolato clan Four-Legs e tutto ciò che sa dei Water Dog del Re è che legano a sé delle creature malvagie chiamate daeva per proteggere l’impero dai non-morti. Ma quando arrivano degli esploratori per reclutare persone con il dono, afferra al volo l’opportunità di unirsi alle loro file per dare la caccia ai mostri che le hanno ucciso la sorella.
Segnata dal dolore, è disposta a pagare ogni prezzo, anche se significa legarsi a un daeva chiamato Darius. Umano solo nell’aspetto, possiede un potere terrificante, controllato da Nazafareen. Ma i bracciali d’oro che li uniscono hanno un indesiderato effetto collaterale. Ciascuno prova le emozioni dell’altro, e l’umana e il daeva cominciano a diventare pericolosamente intimi.
Mentre inseguono un nemico mortale lungo l’arida Great Salt Plain fino alla scintillante capitale Persepolae, dissotterrando i segreti del passato di Darius, Nazafareen è costretta a mettere in dubbio la schiavitù dei daeva e la sua stessa lealtà nei confronti dell’impero. Ma con un male antico che si agita al nord e un giovane conquistatore che controlla l’ovest, il destino dell’intera civiltà potrebbe essere in pericolo…


Kat Ross ha lavorato come giornalista delle Nazioni Unite per dieci anni prima di ritirarsi felicemente a fare ciò che le piace di più: inventare cose. È l’autrice del thriller distopico Some Fine Day e della serie Il Quarto Elemento. Adora i miti, i mostri e scenari da apocalisse. Per altre informazioni sui libri di Kat, puoi trovarla alla pagina katrossbooks.com.


DICONO DEL ROMANZO

«Un fantasy avvincente con un peso morale e una narrazione sostanziosa che lascerà i lettori soddisfatti… La Ross evoca una storia epica con demoni e daeva, famiglia, dolore e il tumulto di un regno in pericolo.» Kirkus Reviews

«Un libro coinvolgente e glorioso, pieno di azione!» I Am Kinda Busy Reading

«In The Midnight Sea, Kat Ross realizza un fantasy appassionante di proporzioni impareggiabili che ha rubato un pezzo del mio cuore. Attenti al vostro.» Flylef Reviews

«Odio davvero l’espressione epico perché, ammettiamolo, è abusata e ha perso il suo vero significato, ma questo libro merita quella parola.» Book Reader Chronicles

«The Midnight Sea ha tutto ciò che mi piace in un fantasy e anche di più. Lo raccomando caldamente a tutti i lettori che amano la magia, eroine che spaccano e una storia travolgente.» Cover2Cover Reviews

«Kat Ross crea un ricco mondo fantasy, pieno di creature nuove e spaventose, molti poteri magici e una trama laboriosamente intricata che vi terrà con il fiato sospeso fino all’ultima pagina.» Books Briefs




I SEGNALIBRI





Che cosa ne pensate??


BUONE LETTURE,

#ILMAGGIODEILIBRI | Panorami d'Inchiostro & Ricordi d'Inchiostro



Miei cari bookworms,
oggi riesco finalmente a parlarvi di una bellissima iniziativa alla quale ho accettato di partecipare con grande piacere.
In occasione de "Il Maggio dei Libri" si è pensato di organizzare due blogtour un po' "speciali" dedicati rispettivamente ad alcuni luoghi e autori presenti nei nostri amatissimi libri! Quale modo migliore per poter festeggiare insieme il mese dedicato alla letture se non parlare di ciò che amiamo e scoprire nuovi romanzi?!

Vi lascio il CALENDARIO di entrambi così che possiate seguire tutti i meravigliosi blog che ogni giorno dedicano anche solo un po' di tempo ai libri! ❤


BLOGTOUR "PANORAMI D'INCHIOSTRO"
DAL 15 AL 20 MAGGIO


15 Maggio 2017



16 Maggio 2017




17 Maggio 2017




18 Maggio 2017




19 Maggio 2017




20 Maggio 2017





BLOGTOUR "RICORDI D'INCHIOSTRO"
DAL 22 AL 28 MAGGIO

22 Maggio 2017 

23 Maggio 2017 

24 Maggio 2017
25 Maggio 2017

26 Maggio 2017

27 Maggio 2017
28 Maggio 2017
L'appuntamento qui su Lily's Bookmark è per il 19 maggio per parlarvi di uno dei miei luoghi letterari preferiti!!

BUONE LETTURE,

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...